Giardini, terrazze e cortili parlano di noi e della nostra casa e sono spesso il primo ambiente a cui si accede, al quale dovremmo dedicare attenzioni particolari: accolgono gli ospiti e, se ben curati, suscitano apprezzamento anche nel vicinato.

La pavimentazione da esterno ci aiuta a caratterizzare l’outdoor e a differenziare aree destinate a scopi diversi. Va scelta con cura affinché si armonizzi allo stile della casa, senza perdere di vista la funzionalità, la quale normalmente richiede un’elevata resistenza non solo agli agenti atmosferici ma anche al trascorrere del tempo.

Anche la fascia climatica conta: in alcune regioni la pavimentazione da esterno è messa a dura prova dalle gelate, dai piovaschi abbondanti e dal netto sbalzo termico tra il giorno e la notte. Occorre inoltre valutare se l’installazione debba avvenire in una zona carrabile, se il manto sarà sottoposto a un passaggio occasionale o costante o se occuperà il bordo piscina, dove il pavimento dovrà essere antiscivolo e impermeabile.

Pavimentazione da esterno: c’è un materiale per ogni contesto

La pavimentazione da esterno più tradizionale è in pietra, ideale anche per il passaggio dei veicoli, rustica e dunque direttamente collegata alla terra, alla natura e alla storia. Ogni area geografica ha una sua pietra caratteristica, prodotta in forme e finiture diverse: sceglierla significa mantenere un legame con il territorio, molto apprezzato in particolare nelle strutture turistico-ricettive.

Se i porfidi donano un’elevata resistenza ai carichi, la pietra tenera si sceglie invece per scopi decorativi ma occorre poi proteggerla con trattamenti adeguati.

Il cotto trasmette calore fisico e visivo e offre un’eccellente resistenza alle gelate. Può essere lavorato artigianalmente e conferire agli esterni un grande pregio, ma le sue varianti contemporanee sono ancora più resistenti.

Se siete alla ricerca di versatilità e preferite puntare su un pavimento per esterno moderno, resistente all’acqua, alle abrasioni e ai carichi, il gres porcellanato è un candidato ideale. Per la sua capacità di riprodurre contesti rustici, classici o contemporanei questa pavimentazione da esterno è la più trasversale: a volte imita la pietra, altre il legno, altre ancora la resina e può dunque essere declinata a piacimento, soddisfacendo i gusti di tutti.

Quando il pavimento per esterni non può essere incollato sul massetto va posato a secco sulla sabbia o l’erba del prato: anche in questo caso il gres è uno dei materiali che ci viene più in aiuto. Il gres spessorato è infatti più spesso del normale (fino a 2 cm). Offre un notevole impatto visivo, specialmente quando disposto in libertà nella forma di grandi piastrelle, con l’erba che cresce tra le fughe.

Negli ultimi anni la pavimentazione da esterno più desiderata è però stata senz’altro il decking, un pavimento che imita il parquet ma che è stato progettato per l’outdoor ed è quindi assai più robusto, flessibile e resistente alle intemperie. Moltissime le essenze disponibili, come il teak, il larice e il pino. Nonostante il decking non sia un pavimento delicato richiede però un’installazione precisa ed attenta in particolare per calibrare l’allontanamento dell’acqua piovana o che fuoriesce dalla piscina.

Infine non possiamo risparmiarci dal considerare anche la pavimentazione da esterno in WPC (wood plastic composite): si tratta di un materiale ecologico, ottenuto dal miscuglio tra la farina di legno e il polietilene, che funge da collante e conferisce una straordinaria resistenza. Il WPC non scolorisce, non richiede manutenzione ed è riciclabile al 100%.

3 idee per pavimentare un giardino, un terrazzo o un balcone

pavimento per esterno moderno

Tocco mediterraneo

Abitate al sud o lo sognate soltanto? In entrambi i casi le mattonelle sono la pavimentazione da esterno che più fa al caso vostro. Usatele a terra ma anche come rivestimento per le pareti o per il tavolo da pranzo, dove creano giochi di colore che trasmettono positività ad adulti e bambini. A bordo piscina sono indispensabili per non rendere evidente lo sporco sulla linea di superficie dell’acqua.

Lusso d’Oriente

La pavimentazione da esterno in bamboo conosce da alcuni anni un meritato successo. Abbinata ad una vegetazione lussureggiante ricrea a volte un’estetica da Mille e Una Notte, altre l’atmosfera rilassata ed essenziale di certi centri benessere. È quindi ideale non solo in giardino ma anche nei terrazzi e sui balconi, dove è possibile dar vita ad angoli in cui dedicarsi alla meditazione o all’allenamento. I pavimenti in bamboo Moso X-Treme sono ideali anche a bordo piscina per l’elevata resistenza all’acqua, non a caso sono utilizzati anche negli stabilimenti balneari di nuova concezione.

Giardino industrial

La gettata unica è un’ottima soluzione per chi il pavimento per esterno lo preferisce moderno, quasi tech. Spesso si usa la resina, ma anche la pietra artificiale e il battuto di cemento offrono alternative di carattere un po’ industriale, da arricchire con un arredamento per esterni adeguato allo stile.

Indeciso sulla pavimentazione da esterno che fa per te?

Il nostro obiettivo è aiutarvi a concretizzare le vostre aspirazioni, sia quando riguardano gli ambienti in cui vivete con i vostri cari, sia quando si riferiscono alla vostra attività commerciale, dalla quale sperate di ottenere il massimo.

Abbiamo selezionato con cura i nostri partner per mettere a vostra disposizione un eccellente assortimento di pavimenti per esterno, arredi, pergole bioclimatiche, vetrate scorrevoli, coperture e tende da sole a Roma e in tutta la provincia.

Se volete ridefinire i vostri spazi outdoor risolvendo specifiche problematiche o realizzarne di nuovi che soddisfino le vostre esigenze la nostra squadra di professionisti e tecnici qualificati sarà lieta di assistervi.
I nostri consulenti sono a vostra disposizione in sede, in via Vincenzo Davico 78 a Roma o al numero di telefono 06 50916198. In alternativa potete scriverci attraverso il modulo contatti.