Se stai progettando di installare nel tuo giardino o nel tuo terrazzo una tenda da sole, ti sarà utile sapere che questo prodotto rientra nell’Ecobonus 2019, la detrazione fiscale per i lavori di risparmio energetico che consente di accedere a uno sconto sull’imposta IRPEF o IRES pari al 50% delle spese che hai sostenuto per gli interventi.
Vediamo insieme in cosa consiste questa opportunità, chi può usufruirne e come fare per ottenere il bonus.

Come funziona la detrazione fiscale Ecobonus 2019

Innanzitutto è importante sapere cos’è una detrazione d’imposta: per comprenderlo al meglio vediamo il significato di queste parole:

  • una detrazione è una somma di denaro che si sottrae da un’imposta e ne riduce l’ammontare;
  • un’imposta è un tributo che gli enti pubblici impongono (da qui il suo nome) ai cittadini al fine di raccogliere la somma di denaro necessaria per fornire – agli enti stessi – i mezzi per produrre i servizi che recano vantaggio alla collettività nel suo insieme. Quindi le imposte non forniscono un servizio diretto al cittadino, ma chiedono al singolo un contributo per fornire servizi a tutti i cittadini.

Quali sono le imposte coinvolte nell’Ecobonus 2019?

  • L’IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) interessa tutti coloro che percepiscono un reddito. A seconda del reddito percepito, l’aliquota (ovvero, la percentuale che regola l’ammontare dell’imposta) sarà diversa, e sotto certe soglie di reddito l’IRPEF stesso non è previsto.
  • L’IRES è invece l’Imposta sul Reddito delle Società (per esempio società di persone, enti, cooperative, eccetera) e si determina applicando un’aliquota proporzionale a quanto la società ha ricavato meno i costi che la società può dedurre, e qui si chiude il cerchio: ricordi che poco fa abbiamo spiegato che l’Ecobonus è una somma deducibile da un’imposta?

Quindi, l’Ecobonus permette a persona fisiche e società di risparmiare qualcosa su queste due imposte, perché si attiva nel caso in cui la persona – o la società – abbia operato un intervento con impatto ecologico positivo sull’ambiente e sulla collettività.

Detrazioni fiscali per le tende da sole, chi ne può usufruire?

Tra questi interventi c’è l’installazione di tende da sole che, appunto, permettono di contenere la luce e il calore, quindi evitano il surriscaldamento dell’ambiente sottostante e la dispersione di energia.
Quest’anno l’Ecobonus può essere applicato per lavori volti al contenimento dei consumi effettuati tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2019, sia sulla singola unità immobiliare che sulle parti comuni dei condomini.

Possono usufruire della detrazione per le tende da sole:

  • le persone fisiche
  • le imprese (persone fisiche, società di persone SNC o SAS, società di capitali SRL o SPA o SAPA)
  • le associazioni tra professionisti
  • gli enti pubblici

In particolare, tra le persone fisiche sono considerati:

  • i titolari di un diritto reale sull’immobile
  • i condomini, per gli interventi sulle parti comuni di un condominio
  • gli inquilini (che pagano quindi l’affitto)
  • i familiari fino al terzo grado, conviventi con il possessore
  • chi detiene l’immobile in comodato

Rientri in una di queste categorie? Ricorda che, per qualunque tipo di protezione solare si decida di installare (tende da sole, Pergotende, Pergole Bioclimatiche o Vele), il requisito fondamentale è che l’intervento sia effettuato a protezione di una parete o di una vetrata non esposta sul lato nord della casa. In caso contrario, infatti, l’installazione non può essere riconosciuto dalla legislazione in materia di Ecobonus. Vediamo allora come si effettua la procedura per accedere al beneficio.

Come richiedere la detrazione fiscale per le tende da sole

Per accedere all’Ecobonus bisogna effettuare i passaggi che sintetizziamo di seguito: per approfondire l’argomento consigliamo di fare riferimento alle notizie pubblicate sul sito dell’Enea – Ente Nazionale per l’Efficienza Energetica e alla Guida alle Agevolazioni Fiscali per il Risparmio Energetico pubblicata dall’Agenzia delle Entrate.

Qual è il tetto massimo di spesa detraibile?

La spesa massima per cui si può richiedere la detrazione varia tra i 30 e i 100 mila euro (inclusa IVA) a seconda della tipologia di intervento.
L’ammontare complessivo della spesa va suddiviso tra tutti i soggetti che l’hanno sostenuta e che hanno quindi diritto al bonus fiscale. Per gli interventi condominiali l’ammontare è invece riferito a ciascuna delle unità che compongono l’edificio.

Come inviare la domanda?

Entro 90 giorni dalla fine dei lavori di installazione delle tende da sole, bisogna inviare la domanda in via telematica tramite il portale ENEA.
Al momento della trasmissione non è necessario che i lavori siano già stati pagati: rimane però l’obbligo di saldare la fattura della prestazione entro il 31 dicembre 2019 tramite bonifico bancario.
Qualora i lavori dovessero proseguire oltre il limite stabilito, sarà necessario inviare un’apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

Speriamo, con questo articolo, di aver fatto chiarezza sulla detrazione fiscale sulle tende da sole. Sappiamo che districarsi nel mondo del fisco e della burocrazia non è facile, per cui se hai domande o se necessiti di maggiori informazioni lo staff di Matera Arredi è pronto a sciogliere i tuoi dubbi. Se pensi di installare una tenda da sole nel corso di quest’anno, ricorda di fare richiesta per accedere all’Ecobonus!